Dimensioni parallele-La dimensione dei due fuochi di Monique Ròdok

Dimensioni parallele-La dimensione dei due fuochi di Monique Ròdok

Monique Ròdok

Chi è Monique Ròdok

Monique Ròdok è nata a Monza nel 1989. Sognatrice ad occhi aperti, curiosa ed emotiva, studia lettere e filosofia e lavora come bibliotecaria aderendo al programma di servizio civile.

 

Affamata lettrice, ama la psicologia, il paranormale, l’occulto e il fantastico ed è appassionata al tema del sogno lucido. Nel buio e silenzio trova la sua dimensione più vera, cerca risposte o scrive.

 

Dimensioni parallele è il suo esordio letterario (Armando Curcio Editore).

Di cosa parla

Questo è il primo volume di una saga corposa, la cui storia si svolge su Dimensione dei due fuochi, un pianeta dove convivono più civiltà. Una stirpe demoniaca, alla ricerca di un habitat dove stanziarsi, attraverso barbarie e violenze, cerca di prendere il potere e di sottomettere ogni essere vivente.

I Piumensi, creature che vivevano serene e pacifiche su questa terra illuminata da due splendenti soli, Komea e Ashar, tentano di resistere all’avanzata degli invasori, confidando anche nell’aiuto di esseri superiori.

All’inizio i Demoni, abituati a vivere nell’ombra, trovano grosse difficoltà in questa terra invasa dalla luce ma poi, grazie agli incantesimi dello stregone Bartast, riescono a trovare il modo per far piombare il pianeta nell’oscurità. A questo punto è facile prendere il dominio e seminare ovunque morte e distruzione.

In un susseguirsi di scontri, intrighi e cruenti battaglie, i Piumensi si trovano costretti a invocare divinità disposte a sacrificare la propria intima essenza per combattere… in carne e ossa.

Cosa ne penso

La dimensione dei due fuochi, primo libro della saga Dimensioni parallele è un romanzo fantasy che ha come scenario un mondo che rischia di essere completamente sottomesso dalla stirpe malvagia dei Demoni.

 

Il romanzo segue costruzione e regole del fantasy classico: narrazione in terza persona, tempo imprecisato, mondi immaginari ricchi di atmosfere e personaggi di fantasia con nomi particolari, eventi soprannaturali, magie e lotte per combattere l’oscuro potere del male che minaccia la pace, alleanze che con la forza o gli incantesimi proteggono e accompagnano i protagonisti lungo l’estenuante viaggio per la vittoria e la sopravvivenza.

Ma non è solo questo. La storia, pervasa da uno stato crepuscolare onirico, provoca da subito un vero e proprio disorientamento della coscienza e il lettore è trasportato in un mondo dove è difficile distinguere la realtà dalla fantasia, il sogno e l’incubo.

Il punto di forza del romanzo, a di là della scrittura scorrevole e corretta, sta proprio nell’attenzione che l’autrice riserva ai sogni, prendendoli a pretesto per confezionare l’incipit di una saga che ben promette.

L’attività onirica è sempre stata oggetto di grande attenzione da parte degli uomini, fin dagli albori delle civiltà. Gli egiziani, ad esempio, credevano che attraverso il sogno si potesse entrare in contatto con gli Dei che consigliavano agli umani come rapportarsi con la realtà.

Demoni, cattedrale di Notre Dame Parigi

Freud ci ha insegnato invece che il sogno ci permette di conoscere l’inconscio e la nostra più intima essenza. Con l’avanzare delle tenebre, il declinare del sole, i confini tra reale e fittizio crollano e tutto appare labile e confuso mentre prendono vita strane energie che, paradossalmente, ci rendono più liberi.

 

Non a caso i Demoni della storia vivono nell’ombra, proprio come le nostre più inconfessabili paure.

Un romanzo colto che mixa elegantemente elementi di Science Fantasy (popoli alieni, universi paralleli, viaggi intergalattici) con quelli classici (guerrieri, incantesimi, fortezze dal sapore mediovaleggiante) senza tralasciare la costruzione di personaggi credibili e coerenti psicologicamente.

Una storia empatica che sicuramente non mancherà di conquistare il cuore degli appassionati.

Post correlati

Serraglio Italia, la nuova raccolta di racconti di Bugliani

Serraglio Italia, la nuova raccolta di racconti di Bugliani


Serraglio Italia, la nuova raccolta di racconti di Bugliani

Chi è Roberto Bugliani L’autore nasce e risiede a La Spezia. Il richiamo per le terre latinoamericane lo porta a viaggiare spesso da quelle parti (in solitaria o assieme a gruppi ristrettissimi d'amici fidati. Credo, - ci dice- che non esista esperienza più orribile di quella di mettersi in...

L’impero dipinto di Barbara Stefanini

L'impero dipinto di Barbara Stefanini


L'impero dipinto di Barbara Stefanini

Chi è Barbara Stefanini Nasce a Roma, nel 1960. Si sposa giovanissima ed ha una figlia che vive in Canada e che l’ha già resa nonna di due fantastici nipotini. Dopo aver fatto per tanto tempo l’imprenditrice, a cinquant’anni, in conseguenza della perdita del lavoro, dà una...

Azael – Le origini di Antonio Venezia

Azael – Le origini di Antonio Venezia


Azael – Le origini di Antonio Venezia

Chi è Antonio Venezia L'autore vive a Melfi, in provincia di Potenza, dove è anche nato. Appassionato di scrittura da sempre, inizia giovanissimo con piccoli racconti fantasy postati sui forum di appassionati. Quotidiana Follia, raccolta di racconti horror/thriller (MJM di...

Lascia un commento