Intervista all’illustratore Giuseppe Guida

Intervista all’illustratore Giuseppe Guida

Giuseppe Guida

Giuseppe Guida

Giuseppe Guida, illustratore, si diploma presso il liceo Artistico. Nel 2002 consegue il diploma presso l’Accademia delle Belle Arti di Foggia come scenografo.

 

Docente in corsi di fumetto, ha collaborato con Subaqueo Edizione, Casa Editrice Mammeonline, Pubbliciak Editore (Kids Magazine) Wombat Edizioni, Prankster Comics, Comics Web, Comicout, Sbam Comics, Verticalismi, Scuola del Fumetto, Dylandogofili.
Nel 2011 riceve il Premio della Critica Romics. Nel 2013 vince il 1° Contest dedicato a Boris Junior votato via web. Per Primiceri Editore pubblica Arno Kowalsky 4.8 con Alessandro Di Virgilio.

 

Vincitore nella 10° Edizione del Fullcomics Milano con Arno Kowalsky 4.8, si aggiudica il premio come miglior Fumetto Seriale Votato via web (Gran Premio Autori ed Editori).

 

Nel 2013 crea Le SuperMaestre, Supereroine che porta nelle scuole come Progetto Didattico ed Educativo.
Disegna Agenzia Incantesimi sulla sceneggiatura di F. Memola. Collabora al Progetto Scampia Storytelling disegnando un graphic novel.

 

Diventa Direttore Artistico (Sez. Fumetto) dell’evento Festival del Fumetto – Festival Del Nerd – Giornata Comics&Games a Foggia.

 

Nel 2015 apre La Scuola di Fumetto Inkiostro di Foggia, dove insegna, e in seguito diventa autore per Edizioni Inkiostro.

 

La graphic novel Michelangelo – la parete perfetta, è opera di Giuseppe Cesaro, Giuseppe Guida edito Round Robin.

Un ringraziamento a Fausto Bailo che l’ha intervistato per noi e alla Premiata Libreria Marconi di Bra (Cn) che, come sempre, ha collaborato fattivamente.

Quali sono stati i suoi illustratori di formazione?

“Sono diversi gli autori a dai quali ho appreso le metodologie. Sono per lo piu’

Moebius

Moebius

fumettisti francesi tra questi cito Moebius, Gimenez, Bilal, Cavazzano, Pazienza De Angelis e Frezzato, ma ce ne sono anche altri”.

Quale tecnica grafica predilige per le realizzazioni delle sue tavole?

“La tecnica dipende molto dal tipo di pubblicazione. Per Michelangelo ho utilizzato prevalentemente acquerelli e chine”.

Quando è entrato a far parte del progetto editoriale che ha permesso la nascita della graphic novel Michelangelo?

“Nel progetto sono entrato dopo i contatti con la casa editrice Robin che ha visionato i miei precedenti lavori”.

Come è avvenuto il suo incontro con la casa editrice Robin?

“Come da prassi si realizza una tavola, o piu’. La casa editrice la visiona e, se funziona, ti affidano il progetto”.

Quanto tempo ha richiesto la realizzazione di questa graphic received_10211907546024564novel?

“Per realizzare Michelangelo ho impiegato pochissimo, circa 4 mesi .
Certo, ci sono pubblicazioni dove hai a disposizione piu’ tempo e allora ci ragioni meglio, sei meno istintivo, ma qui  mi sono dovuto sbrigare”.

Tra i vari personaggi creati dalla geniale mente di Michelangelo quale di essi si può paragonare a Tommaso?

“Credo Mosè, Tommaso  era l’unico vero sostenitore di Michelangelo”.

Quale tavola riassume meglio la sintesi della graphic novel Michelangelo?

La prima tavola. La reputo la piu’ importante, perché con quella si è aperta la mia collaborazione con la casa editrice. Ogni autore nelle prime tavole da’ il massimo… sono quelle di presentazione, non si puiò sbagliare. Lì si decide tutto”.

Progetti per il futuro…

“Attualmente sono a lavoro con una nuova graphic novel , questa volta per edizioni Inkiostro su una storia sceneggiata da Marzano  della Sergio Bonelli editore per Dylan Dog. È un comic zombies molto splatter e sexy”.

Post correlati

Intervista a Salvatore Vivenzio, scrittore e sceneggiatore

Intervista a Salvatore Vivenzio, scrittore e sceneggiatore


Intervista a Salvatore Vivenzio, scrittore e sceneggiatore

Era il 3 giugno di due anni fa quando il quotidiano The Louisville Post  usciva con una edizione straordinaria. La farfalla ha preso il volo, citava, in ricordo di Muhammad Ali , figura carismatica, controversa e polarizzante sia dentro che fuori dal ring di pugilato, che ci aveva lasciato...

Spigola o agnello? Esordio col botto di Riccato

Spigola o agnello? Esordio col botto di Riccato


Spigola o agnello? Esordio col botto di Riccato

Federico Riccato, scrittore, ha alle spalle un dottorato di ricerca in Scienze Ambientali presso l'Università di Venezia e una piccola società, sempre a Venezia, che opera nel campo dell'ecologia applicata.   Appassionato lettore fin dalla più da piccolo, nel 2018 dà alle stampe il...

Intervista all’illustratore Lorenzo Pastrovicchio

Intervista all'illustratore Lorenzo Pastrovicchio


Intervista all'illustratore Lorenzo Pastrovicchio

L'illustratore Lorenzo Pastrovicchio una volta conseguito il diploma all'Istituto d'Arte, frequenta un corso di fumetti presso l’Accademia Disney di Milano. Un anno dopo inizia la sua collaborazione con la Walt Disney Company Italia, con i primi lavori di merchandising e licensing. Dal 1995 a...

Lascia un commento