Lella Sansone

lella sansone

Girolama (detta Lella) Sansone è nata nel 1960 a Marciana Marina(Li) dove ha vissuto per diversi anni. Attualmente è residente ad Erice in Sicilia.

Scrittrice e poetessa, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze dell’educazione presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli studi di Palermo e svolge la professione di insegnante.

Studiosa dell’Odissea, nel 2005 ha pubblicato il saggio “I viaggi di Ulisse e le isole Egadi” dove ha evidenziato il ruolo delle isole Egadi all’interno del poema omerico, riallacciandosi alla teoria sull’origine trapanese dell’Odissea elaborata dallo scrittore inglese Samuel Butler alla fine dell’Ottocento. Ha collaborato nel 2005 con il periodico “Il Pitrè” Quaderni del Museo Etnografico Siciliano e nel 2007, per conto dell’Associazione C.S.R.T. “Marettimo”,  ha curato la pubblicazione del testo “Poesie per le Egadi” a seguito della Rassegna Letteraria Nazionale di prosa e poesia bandita dalla suddetta associazione.

Ha pubblicato inoltre due romanzi intitolati “Sotto il cielo stellato” (Casa editrice Marcianum Press con il quale ha vinto il primo premio al concorso letterario “Angelo Musco” bandito dal comune di Milo, Catania, quale migliore testo di narrativa edita 2015) e “Per chi se non per te” (Casa editrice Pegasus Edition con il quale nel 2016 ha vinto il primo premio al concorso letterario Pegasus Golden Selection). Sempre nel 2015 ha vinto il superpremio finale al concorso “Poesie all’asta” bandito dal comune di Magliano in Toscana (Gr) con la poesia intitolata “Ad un airone solitario”.

Potete contattare direttamente Lella scrivendo all’indirizzo lella.sansone@gmail.com

CondividiShare on Facebook1Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Post correlati

Il gatto rosa

Il gatto rosa


Il gatto rosa

La mia amica Anna aveva un magnifico gatto rosa. Era un gatto senza nome, ma con una fortissima personalità. Mia figlia da piccola lo chiamava GA’ ed è con questo nomignolo che mi riferisco a lui nei miei pensieri. GA’, dunque, era sicuramente maestoso e un po’ superbo, forse per quel suo...

La bisnonna ai bagni di mare


La bisnonna ai bagni di mare

Nel 1938 morì il padre di mia nonna Anna, il bisnonno Candido. Il figlio maschio ereditò il negozio che già gestiva, mentre le femmine vennero liquidate con mille lire, allora cifra non trascurabile. I nonni, molto avveduti, non sperperarono il denaro, ma decisero di costruire una casetta a...

fidanzamento


fidanzamento

In un paesino collinare della Maremma vivevano negli anni venti del secolo scorso Gina e Paolino. I due si erano fidanzati subito dopo la prima comunione che allora si faceva a 14 anni. Poi il tempo era passato e, per un motivo o per l'altro, non si sposavano mai. Un giorno Gina, prossima ai 32...

Lascia un commento