FAVOLE SOTTOBRACCIO di Roberta Comin…

FAVOLE SOTTOBRACCIO di Roberta Comin…

 

Questa settimana sono felicissima di pubblicare  la recensione che mi ha fatto avere Lella Sansone. La brava scrittrice, che ogni tanto collabora con il blog segnalando libri – novità oppure autori particolari, questa volta ha commentato un libro straordinario.

Con la fantasia ci farà  giungere in luoghi strani e lontani, educandoci e offrendoci contemporaneamente  suggerimenti per vivere meglio…

Favole Sottobraccio di Roberta Comin  (  Marcianum Press, 2012, euro 16,00)

 

Favole sottobraccio di Roberta Comin

Favole sottobraccio è il titolo di una raccolta di novelle dedicate a i bambini di tutte le età e a tutti coloro che hanno voglia di sorridere e di riflettere sulle problematiche legate all’educazione e alla crescita dei propri figli.

Si tratta di nove favole scritte dall’autrice veneziana Roberta Comin, con il preciso intento di aiutare i bambini ad assimilare comportamenti sociali accettabili che stanno alla base di un sereno e fiducioso rapporto con gli altri e con l’ambiente circostante.

Le favole hanno tutte un tema che le contraddistingue. Si va dalla necessità di sottostare alle regole imposte dalla società, come ad esempio emerge leggendo la favola “La banda dei folletti”, all’importanza del saper ascoltare gli altri, come succede in “Pioggina la nuvoletta”. In tutte, comunque i personaggi sono dotati di chiara forza espressiva che risulta essere molto coinvolgente.

 

Cosa ne penso:

I bambini si riconosceranno senza dubbio nei personaggi descritti dall’autrice che con maestria suggerisce rimedi per qualsiasi situazione di disagio che investe i suoi personaggi.

Tradotti nella vita reale questi consigli diventano pillole di saggezza per genitori ed adulti che hanno difficoltà nella gestione del rapporto con i figli o con i bambini in generale. Non tutti i bambini hanno genitori alle spalle che la sera siedono accanto a loro a raccontargli una favola prima di addormentarsi, e non è detto che i fortunati siano privi di problemi, ma le favole, moderne o antiche che siano, sono di sicuro un valido aiuto per far passare dei messaggi che spesso vengono ignorati o disattesi se espressi solo come una forma di imposizione da parte degli adulti.

Ci sono bambini con cui la forma del “Tu devi …” non funziona, ci sono bambini che si comportano da “Bastian contrario” facendo esattamente l’opposto di ciò che gli si chiede senza preoccuparsi delle conseguenze delle proprie azioni.

Ecco allora che una favola, che parli di una nuvoletta generosa o di un leprotto frettoloso, di un esercito di folletti dispettosi o di qualsiasi altro personaggio, letta dagli adulti o dai bambini stessi, arriva diritta al cuore dei destinatari perché non viene vissuta come una imposizione, ma come un chiaro invito alla riflessione e alla scoperta di atteggiamenti positivi da imitare per avere successo nella vita.

Favole sottobraccio è un libro che vi consiglio, perché In questo senso la favola diventa un potente strumento alternativo ai tradizionali metodi educativi.

Lella Sansone, scrittrice

Post correlati

“Il maialetto rapito e altre storie” una raccolta per bambini e non solo

"Il maialetto rapito e altre storie" una raccolta per bambini e non solo


"Il maialetto rapito e altre storie" una raccolta per bambini e non solo

Chi è Carlo Sorgia Nato a Cagliari nel 1949, dirigente di una banca estera e oggi in pensione, scrive poesie, racconti e romanzi. Dal 2012 ha pubblicato cinque raccolte di poesie e quattro opere di narrativa: un romanzo autobiografico, A cavallo della vita (edizioni Booksprint...

“Le sabbie del destino” continua la Celtic Saga di Christian Biasi

"Le sabbie del destino" continua la Celtic Saga di Christian Biasi


"Le sabbie del destino" continua la Celtic Saga di Christian Biasi

Chi è Christian Biasi L’autore nasce a Trento dove vive attualmente dopo numerose esperienze all’estero in Costa Rica, Argentina e Spagna. Diplomato al Liceo Scientifico, ha frequentato anche la facoltà di Architettura all’università di Venezia. E’ diplomato all’Accademia Italiana Chef come...

“Il viaggio di Tim”, l’esercizio della gioia

"Il viaggio di Tim", l'esercizio della gioia


"Il viaggio di Tim", l'esercizio della gioia

 Chi sono Adelaide Cattaneo, padre italiano, della provincia di Bergamo, e madre svizzera, è nata a Winterthur nel 1945. Ha lasciato il suo Paese molto giovane e ha vissuto per diversi mesi in Francia, negli Stati Uniti e in Australia, prima di tornare nella sua terra di origine, dove...

1 Comment

  1. Roberta Comin Favole sottobraccio 28 January 2014
    Rispondi

    Grazie dell’ospitalità e soprattutto del sorriso che ci accoglie felice tra tanti colori!
    Grazie delle belle parole, dell’entusiasmo, della compagnia di tanti altri autori…
    Grazie di aver capito il desiderio di una mamma di poter essere un incoraggiamento… di sorriso a chi si affaccia a questo ruolo difficile della vita, ma pieno di opportunità di gioia e serenità!

Lascia un commento