Viktor, primo volume della trilogia Il ciclo della rinascita

Viktor, primo volume della trilogia Il ciclo della rinascita

Francesco Leo

Francesco Leo

Chi è Francesco Leo

Il creativo Francesco Leo è un giovane autore (nasce a Magliano Sabina nel ’92) che ama il cinema e la recitazione, oltre che la lettura e le arti in generale.
In seguito alla separazione dei genitori, si trasferisce con il padre e il fratello a Siano (SA) e l’abbandono degli amici e della vita precedente contribuisce a farlo chiudere in sé.

 
Nasce da questo malessere il suo impegno nella scrittura che diventa uno strumento per lenire ferite e occupare giornate.

 
Superate le difficoltà iniziali e fatte nuove amicizie, anche lo scrivere assume una veste più consapevole e Francesco, basandosi su una storia scritta in ancora più giovane età, decidere di fare il salto e scrivere un vero e proprio romanzo, un fantasy, il suo genere preferito.

 
Attraverso il selfpublishing, pubblica così il romanzo Viktor – Il ciclo della rinascita (che fa parte di una trilogia già completata i cui volumi hanno ricevuto menzioni di merito e riconoscimenti) impegnandosi molto nell’autopromozione online fino a quando la casa editrice Paguro gli propone il cartaceo.

Un album musicale tratto dal volume della saga è in pre-produzione a opera degli Age of Chronicles – Music Production.

 

Di cosa parla ViktorViktor Il cicilo della rinascita
I Volume della Trilogia di Il ciclo della rinascita

Tempo indefinito e mondo immaginario: è questo il Regno di Mirthya, teatro della storia.
Personaggio principale è Viktor che vive una vita serena con il padre e il fratello Gabrel, il buon Trust e la giovane amica Selene che si diletta a compiere piccole magie a fin di bene.

 
Complice un’antica profezia, Viktor si scopre essere però l’eletto che dovrà salvare l’umanità dal male che periodicamente riappare, scompigliando la tranquillità creata da otto divinità agli arbori dei tempi, e così la sua vita cambierà radicalmente.

 

Cosa ne penso

L’autore segue la costruzione classica del fantasy. Inserisce personaggi, luoghi e atmosfere fantastiche, propone subito la lotta tra bene e male e assegna al protagonista l’arduo compito di sconfiggere le forze oscure attraverso il superamento di prove difficilissime e ostacoli quasi insormontabili. Non mancano nemmeno la profezia e l’intreccio amoroso, altri elementi fondamentali per la riuscita di buon fantasy.

 
Viktor ha tutte le caratteristiche dell’eroe: coraggioso, determinato, intelligente (impara in fretta), oltre che leale e generoso. Senza paura di mostrare le proprie fragilità, lotta anche con se stesso pur di non soccombere alle lusinghe del Male.
Uno dei punti di forza del romanzo sono infatti i personaggi, verosimili e ben costruiti.

 
Lo stile è scorrevole, agile ed essenziale, con alcune descrizioni vivaci che lo rendono piacevole. Da apprezzare anche la giusta dose di dialoghi che non appesantisce il plot, ma anzi ne costituisce valore aggiunto facendoci conoscere più da vicino i sentimenti e la psicologia che muove gli attori della storia, come tutti noi sempre in bilico tra speranze e paure.

Perché leggere questo libro? Perché è ben fatto e le parole sono scelte con accuratezza come equivalente estetico delle immagine che evocano:

Viktor libro
“Sebbene dimostrasse segni di stanchezza, la ragazza aveva comunque un bellissimo aspetto. Si fermò per un attimo a fissare il vuoto con gli occhi smeraldo, quasi ipnotici, che mettevano in risalto i lineamenti gentili del suo viso.
I lisci e biondi capelli le scivolavano dietro la nuca per ricadere sulla sua lunga veste bianca, che arrivava a coprirle il fisico snello e le gambe. Quest’ultima terminava all’altezza delle ginocchia, mentre stivali in pelle marrone le coprivano i piedi fino alle tibie.”

 

Un romanzo aggraziato, godibile e appetitoso, farcito di buoni sentimenti, ma non stucchevole. Non ha la pretesa di dare risposte e mette semplicemente sul piatto valori fondamentali quali l’amore, l’amicizia, la correttezza e la dirittura morale, lasciando a chi legge la libertà di trarne le proprie conclusioni.

Per i più curiosi ecco il Booktrailer:

CondividiShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Pin on Pinterest0Email this to someone

Post correlati

Da piccola ero down di Isabella Piersanti

Da piccola ero down di Isabella Piersanti


Da piccola ero down di Isabella Piersanti

  Lella Sansone, la scrittrice siciliana nostra preziosa collaboratrice, questa volta ha letto e recensito per noi il romanzo Da piccola ero Down di Isabella Piersanti. Sentiamo cosa ne pensa... CHI E' ISABELLA PIERSANTI Isabella Piersanti è nata a Milano nel 1964. Dopo la...

“Io ti vedo”: il dolore di lasciare la propria terra

"Io ti vedo": il dolore di lasciare la propria terra


"Io ti vedo": il dolore di lasciare la propria terra

Chi è Sara Wood “Un cervello in fuga”: l'autrice si definisce così. Da circa 10 anni, come tanti altri giovani, ha infatti lasciato l'Italia e si è trasferita all'estero dove svolge la sua professione di ingegnere.   “Qui mi sentivo in gabbia e quello che facevo era lontano anni luce...

Nithràl, secondo volume della trilogia Il Ciclo della Rinascita

Nithràl, secondo volume della trilogia Il Ciclo della Rinascita


Nithràl, secondo volume della trilogia Il Ciclo della Rinascita

Dedicato a chi, in tempi bui, ha ancora la forza di sperare; agli errori che mi hanno aiutato a comprendere; a chi mi ha aperto gli occhi mostrandomi il vero volto della realtà. Dedicato ai sognatori, labile luce in fondo all'oscurità, grazie alla quale posso ancora credere. Chi è...

Lascia un commento