La funzione del mondo, una graphic novel edita Feltrinelli

La funzione del mondo, una graphic novel edita Feltrinelli

Spread the love

La funzione del mondo

di Alessandro Bilotta e Dario Grillotti – Una storia di Vito Volterra

Edito 2020 Feltrinelli

Ancora graphic novel... Questa volta parleremo di La funzione del mondo, una storia di Vito Volterra (edito Feltrinelli, collana Feltrinelli Comics) sceneggiato da Alessandro Bilotta, illustrato da Dario Grillotti che abbiamo qui il piacere di intervistare.

La storia è di Vito Volterra(1860-1940) che, ricordiamo, è stato un politico e patriota, senatore del Regno D’Italia. Presidente dell’Accademia dei Lincei e primo presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Si fece anche promotore di un’idea, secondo la quale la matematica e le “scienze di base” sono cruciali per il progresso sociale, economico e industriale di un Paese.

Ed è stato “uno dei dodici”: gli unici docenti universitari italiani, su oltre milleduecento, che nel 1931 rifiutarono di prestare giuramento di fedeltà al fascismo.

Ecco l’intervista in esclusiva all’illustratore Dario Grillotti. Ringraziamo Bailo Fausto e la Premiata Libreria Marconi di Bra (Cn) per averla resa possibile.

Dario Grillotti, illustratore

Dario, ci parli di lei e di come è nato il suo incontro con il fumetto…

“Ho iniziato a leggere fumetti intorno ai 5-6 anni, ricordo che durante l’estate in montagna dai miei nonni, io e mio cugino andavamo all’edicola del paese e trovavamo Lupo Alberto, Cattivik e altri fumetti dell’epoca. Crescendo poi, ho aumentato il consumo e nella fumetteria di Viareggio stazionavo trovando di tutto, dai manga, agli americani e francesi”.

Quando è entrato a far parte del progetto editoriale che ha consentito la realizzazione della graphic novel La funzione del mondo. Una storia di Vito Volterra?

“La prendiamo alla larga?! Nel 2019 ho realizzato un paio di tavole su Volterra per la rivista scientifica Archimede (edita da Le Monnier), coinvolto da Andrea Plazzi che cura una piccola rubrica sulle personalità scientifiche raccontate a fumetti.

Nella testa di Andrea e di Roberto Natalini, direttore di uno dei dipartimenti del CNR, però c’era l’idea di fare qualcosa di piu ampio respiro sul personaggio, visto che la sua importanza è sconosciuta alla maggior parte delle persone e dato che nel 2020 ci sarebbe stato l’ottantesimo anniversario della sua morte (avvenuta a 80 anni).

Il mio lavoro era piaciuto e avevo già dimestichezza con il personaggio quindi sono stato coinvolto insieme con lo sceneggiatore Alessandro Bilotta, poi il progetto ha trovato un editore (Feltrinelli) e così tutti i pezzi del puzzle sono andati al loro posto. Il resto della storia è fatto di mesi alla scrivania tra matite e pennelli, per far sì che il libro fosse pronto per l’uscita del 26 novembre scorso”.

Quale tecnica grafica ha utilizzato per creare le sue illustrazioni?

“Ho usato una stilografica per gli inchiostri e acquerello per i colori, scegliendo quattro coppie di colori diversi per identificare con immediatezza 4 aspetti della vita di Volterra: quello familiare, quello accademico, quello politico e quello onirico”.

C’è un avvenimento della vita di Volterra che l’ha colpita in maniera particolare?

“Devo dire che una delle cose che mi ha colpito di piu è stata l’intuizione che ha portato alla creazione del modello predatore-preda, nata osservando le dinamiche delle popolazioni di pesci dell’Adriatico (che poi è la storia in due tavole che ho scritto e disegnato su Archimede). Questa maniera matematica di leggere la realtà e la voglia di connettere cose apparentemente opposte come i numeri e la casualità della natura, per me è particolarmente affascinante”.

Quale genere musicale rappresenta meglio questo fumetto?

“Direi un genere variegato, un prog-rock non spinto, dai tempi matematici e dalle sonorità per lo più riflessive“.

Progetti per il futuro?

Perfezionare sempre di più la tecnica dell’acquerello e trovare una sintesi efficace per fare altri fumetti e libri illustrati”.


 

Post correlati

“Primavera Rosso Robot”: parla Hurricane

"Primavera Rosso Robot": parla Hurricane


"Primavera Rosso Robot": parla Hurricane

Ivan Manuppelli, nome d'arte Hurricane, a 16 anni ha fondato la rivista: The Artist, diventata poi Puck!, su cui hanno pubblicato numerosi protagonisti del fumetto underground internazionale. Come autore unico ha lavorato per le riviste Frigidaire, Il Male di Vauro e Linus, per citarne solo...

Nasce una nuova realtà culturale: Morsi Editore

Nasce una nuova realtà culturale: Morsi Editore


Nasce una nuova realtà culturale: Morsi Editore

Le idee racchiuse in se stesse s’inaridiscono e si spengono. Solo se circolano e si mescolano, vivono, fanno vivere, si alimentano le une con le altre e contribuiscono alla vita comune, cioè alla cultura. Gustavo Zagrebelsky Giulia Pavani è illustratrice e ha creato a...

Padovaland: un fumetto di Miguel Vila

Padovaland: un fumetto di Miguel Vila


Padovaland: un fumetto di Miguel Vila

"Col fumetto posso fare di tutto, perché non è un'arte minore. E perché se l'arte è comunicazione, cosa c'è di più comunicativo del fumetto?" (Hugo Pratt) Sempre sensibili al mondo magico dei fumetti, questa volta grazie a Fausto Bailo e alla Premiata Libreria Marconi di Bra (Cn), abbiamo...

Lascia un commento