Premio Capalbio Piazza Magenta festeggia il decennale con super ospiti

Premio Capalbio Piazza Magenta festeggia il decennale con super ospiti


Confermatosi ormai fra le manifestazioni italiane più prestigiose, il Premio Internazionale Capalbio Piazza Magenta ha festeggiato il suo decennale premiando personalità come il Ministro alla cultura Dario Franceschini, il direttore di “la Repubblica” Maurizio Molinari, la direttrice di Rai cultura Silvia Calandrelli e il regista opera lirica Damiano Michieletto, giunto a Capalbio direttamente dalla capitale della Lituana, Vilnius, oltre che autori tra i più importanti della stagione saggistica e letteraria e il direttore UOC Grosseto Chirurgia generale, Andrea Coratti.

La manifestazione si è svolta, come di consuetudine l’ultimo sabato di agosto, 28 agosto, a Capalbio (GR).

La domenica successiva, come omaggio alla memoria di un cittadino illustre che ha amato e difeso Capalbio e la Maremma, è stato proiettato “Nicola Caracciolo il paesaggio e la storia”, documentario prodotto dalla Rai per la serie “Italiani” di Paolo Mieli. Ha introdotto Giulia Fossà e condotto Enrico Menduni. Sono intervenuti Giacomo Marramao e Mirella Serri.

Durante le premiazioni di sabato particolarmente emozionante è stata la consegna del premio a Maria Vincenza D’Amelio, vedova di Emanuele Macaluso. Eleonora Daniele, che ha condotto la serata, le ha chiesto un ricordo del marito, una personalità che ha fatto la storia d’Italia oltre che intellettuale e appassionato conversatore.

Molto interessante e di alto livello il dibattito tra il direttore di “la Repubblica” e il ministro Dario Franceschini sul tema “Pandemia e cultura della ricostruzione”.

La Giuria del Premio, ricordiamo, è composta, oltre che dai presidenti Mirella Serri e Giacomo Marramao che hanno preso il posto dell’indimenticabile Nicola Caracciolo, da Giancarlo Bosetti, Marco Calamai, Gianfranco Chelini, Furio Colombo, Matteo Fabiani, Marisa Garito, Maria Concetta Monaci, Alessandro Orlandi, Denise Pardo, Giuppi Pietromarchi e Rossella Sleiter.

Sono stati premiati per i loro libri:

FRANCESCA MARCIANO – ANIMAL SPIRIT, MONDADORI

Sei racconti insoliti dove dominano gli animali: serpenti, gabbiani, alci che sbucano dal bosco, stormi di uccelli che compongono disegni nel cielo di Roma. Si tratta di un libro complesso ed ele-gante, che con uno stile efficace e incisivo svolge un’approfondita indagine psicologica, fruga nelle vite dei personaggi mettendone in dubbio tutte le certezze. E persino il concetto stesso di equili-brio interiore e di felicità viene sezionato e sottoposto ad analisi dalla scrittura della Marciano.

ANDREA BARZINI – IL FRATELLO MINORE, SOLFERINO

Ettore Barzini, figlio del celebre giornalista Luigi Senior e fratello di Luigi Junior, è scomparso. All’improvviso. Ma in famiglia nessuno ama ricordare cosa è accaduto e la sua morte nel campo di concentramento di Mauthausen. Come mai? A dare una risposta all’enigma è il nipote Andrea, in uno splendido racconto che parte dalla storia della sua famiglia per dar vita a un capitolo di storia italiana. E lo fa attraverso le vicende di una famiglia eccentrica e di due fratelli molto diversi tra speranze e guerre, amore e morte, fascismo e aneliti di libertà.

 

Daria Bignardi

DARIA BIGNARDI – OGGI FACCIO AZZURRO, MONDADORI

La conduttrice tv, giornalista e scrittrice, con questo romanzo affronta il tema della sofferenza e dell’abbandono. Dopo essere stata lasciata dal marito, Galla, la protagonista della storia dal nome di un’eroina, non si rassegna. È prostrata, depressa, avvilita e deve ricorrere alle sedute psicanalitiche per cercare di superare la sua crisi. Priva di forza e di volontà viene visitata da una Voce: le parla l’artista Gabriele Münter che la sollecita a non vivere di rimpianti portandole ad esempio la sua lunga storia d’amore con Kandiskij. La Voce è caustica, a tratti brusca e sprezzante e la invita alla resistenza. Galla, sollecitata al cambiamento, incontra Bianca e Nicola anche loro in terapia psicanalitica e capirà il valore più che dell’amore dell’amicizia.

MAURIZIO MOLINARI – ATLANTE DEL MONDO CHE CAMBIA, RIZZOLI

Il direttore del quotidiano “La Repubblica” in questo libro disegna le mappe che spiegano le sfide del nostro tempo. Il nostro mondo è percorso da mutamenti e metamorfosi, tanto sul piano geopolitico quanto sul fronte economico e sociale. Mai però la velocità e la frequenza di tali trasformazioni ha raggiunto l’intensità di cui siamo testimoni dall’inizio del terzo millennio. Il libro di Molinari è come uno strumento antico, come un’antica mappa che offre al lettore la descrizione del mondo che cambia. Dai conflitti all’ambiente, dal razzismo alle epidemie, dalle diseguaglianze sociali al vento sovranista, il direttore ci spiega gli scenari che ci aspettano e i nostri futuri possibili. Sono otto le linee della trasformazione in corso che Molinari, individua con l’acutezza dell’osservatore e la consuetudine interpretativa del grande giornalista. E mette a punto uno strumento prezioso per chiunque voglia esplorare, come un pioniere il nostro mondo.

EMANUELE MACALUSO /CLAUDIO PETRUCCIOLI – COMUNISTI A MODO NOSTRO. STORIA DI UN PARTITO LUNGO UN SECOLO, MARSILIO

Nel centenario della fondazione del Pci, l’originale rilettura di una grande storia politica, viene praticata dalla viva voce di due esponenti illustri di generazioni diverse, uno dei quali, Emanuele Macaluso, è scomparso il 19 gennaio 2021. Non si tratta solo di un libro di storia ma un’analisi acutissima del nostro presente. Sviste e svolte epocali, ricordano le conquiste sociali di cui fu promotore il partito comunista e ipotizzano strade alternative che l’Italia avrebbe potuto imboccare per scongiurare il declino politico e culturale del Paese.

RENATA COLORNI, IL MESTIERE DELL’OMBRA. TRADURRE LETTERATURA, HENRY BEYLE, Premio della Fondazione Capalbio alla traduzione

Si tratta di un testo autobiografico in cui Renata Colorni racconta la sua grande avventura nel mondo della traduzione e i suoi corpo a corpo con i testi di autori del calibro di Thomas Bernhard e Friedrich Dürrenmatt, Elias Canetti e Thomas Mann. Traduttrice e curatrice di opere in lingua tedesca, Renata Colorni ha poi guidato e diretto i Meridiani, l’Olimpo degli scrittori con i quali ha chiuso la sua prestigiosa carriera editoriale. Il testo è corredato da una serie di immagini applicate a mano che riproducono le copertine dei libri di alcuni degli autori sui quali da traduttrice Renata Colorni ha lavorato con passione.

Sono stati poi premiati:

Ministro alla cultura Dario Franceschini

DARIO FRANCESCHINI, Ministro della cultura, Premio “Filippo e Nicola Caracciolo” per la cultura e l’economia
SILVIA CALANDRELLI, direttrice di Rai Cultura, Premio per la cultura e lo spettacolo televisivo.
ANDREA CORATTI, direttore UOC Grosseto Chirurgia generale, Premio l’Italia che ci piace
DAMIANO MICHIELETTO, regista teatrale, Premio regia opera lirica.

I premi del Territorio sono andati a:

JULE BUSCH, LA FIGLIA D’EUROPA, 96, RUE DE LA FONTAINE, un libro testimonianza che racconta i tragici fatti accaduti il 20 marzo 2016 al chilometro 333 dell’autostrada Ap7 che collega Valencia e Barcellona, all’altezza di Freginals, in Catalogna, Spagna. Un pulman carico di studenti Erasmus dell’Università di Barcellona di ritorno dal celebre Festival del Fuoco de Las Fallas. Una gita che si trasforma in un viaggio senza ritorno.

ENZO RUSSO /AGATA FLORIO, RIPARTIAMO DA QUI, raccolta di foto uniche e suggestive nata con l’obiettivo di promuovere gli angoli ancora nascosti o comunque meno conosciuti della Maremma. Le foto di Enzo Russo e i testi di Agata Florio accompagnano il lettore in un viaggio ricco di cultura, tradizioni e angoli dei nostri borghi tutti ancora da esplorare.

  • La serata è stata condotta dalla presentatrice televisiva, giornalista e attrice Eleonora Daniele mentre le letture sono state a cura dell’attrice Irene Grazioli.
  • La segreteria e l’ufficio stampa del Premio sono curati dalla scrittrice e giornalista Dianora Tinti.

 

Oltre al Comune di Capalbio e alla Fondazione Capalbio, un grazie va ai numerosi e sostenitori e sponsor, tra cui Banca Tema, Human Company, Hotel Valle del Buttero, Vini Monteverro, Trattoria La Torre da Carla, Libreria Bastogi.

Ringraziamo per le foto l’ufficio stampa del Comune di Capalbio.


 

Condividi:

Post correlati

Concorsi gratuiti: Il piacere di raccontare… e di fotografare

Concorsi gratuiti: Il piacere di raccontare… e di fotografare


Concorsi gratuiti: Il piacere di raccontare… e di fotografare

Segnaliamo questo concorso letterario e fotografico gratuito aperto a tutti, volto a premiare Racconti inediti e Fotografie che raccontino una storia. La Sfida creativa inizia il 30 luglio e terminerà il 30 settembre. Una Giuria tecnica e una Giuria popolare assegneranno i premi ai primi...

La Maremma in un concorso letterario e fotografico

La Maremma in un concorso letterario e fotografico


La Maremma in un concorso letterario e fotografico

Segnaliamo questo Premio letterario, alla sua prima edizione, in memoria di Mario Innocenti, editore toscano.   Il Premio è organizzato dalla Casa editrice Innocenti, memoria storica della provincia di Grosseto, e il tema è la Maremma con le sue storie, tradizioni e...

Musica: “Oblio” il singolo di Corpoceleste

Musica: "Oblio" il singolo di Corpoceleste


Musica: "Oblio" il singolo di Corpoceleste

Con piacere, in questa intervista, esploriamo il mondo della musica insieme a Corpoceleste, alias Massimo Bartolucci, giovane cantautore autore del singolo Oblio.

Lascia un commento