“Tutti Eroi” la graphic novel d’esordio di Ivan Appio

“Tutti Eroi” la graphic novel d’esordio di Ivan Appio

 


Tutti Eroi

di Ivan Appio

(Edizioni Ottocervo)


Il volume è ambientato in Friuli nel lasso di tempo tra il 1917 e il 1918, tra Caporetto che rappresenta la più grave disfatta nella storia dell’esercito italiano e il trionfo della battaglia del solstizio. Il titolo riprende una celebre esortazione del patriotta Ignazio Pisciotta.

Questa graphic novel rappresenta l’esordio di Ivan Appio, ventiquattro anni, il primo passo nel mondo dei fumetti attraverso la focalizzazione di un periodo storico che risale al secolo scorso.


Ivan Appio

Quando nasce l’amore per i fumetti e come è avvenuto il suo incontro con la neonata casa editrice Ottocervo?

“Disegno da quando ho memoria, giunto alla maturità scolastica ho iniziato un percorso di specializzazione del fumetto a Bari, grazie alla scuola Grafite ho appreso tutto ciò che è necessario per lavorare in questo campo.

Grafite e la casa editrice Ottocervo s’interfacciano, i ragazzi che finiscono la triennale vengono visionati da un certo numero di persone che potrebbe lorodare una chance lavorativa. Tra le quali Ottocervo appunto. Il mio primo contatto è avvenuto qualche mese dopo la mia conclusione scolastica”.

Qual è stata la scintilla che l’ha portata a realizzare il fumetto Tutti eroi?

“Mi ha sempre affascinato la Prima Guerra Mondiale, e ho notato un vuoto nella editoria che trattasse questo argomento con una luce diversa, ed ecco la scintilla”!

Ci dica qualcosa sulla trama…

“Raccontare una storia di guerra senza far esplodere neanche un colpo, per esaltare il lato umano e dare il giusto spazio a ciò che ritenevo importante. La storia si sviluppa a ridosso della disfatta di Caporetto, nel Friuli, 1917, e si estende fino alla resistenza al Piave, l’esercito italiano combatte contro quello austriaco, Copetti e Rossetti cercano di risolvere il mistero che permetteva agli austriaci di vincere le battaglie senza esporsi”.

Quale tecnica grafica ha utilizzato per creare le sue illustrazioni?

“La tecnica utilizzata è digitale, dalla forma grezza della tavola alla sua versione cartacea tutto elaborato al computer, la colorazione infatti, elemento chiave della mia narrazione è acquerello digitale, scelta dovuta ad un compromesso personale tra velocità e impatto”.

Sogni nel cassetto?

“Spero di poter raccontare storie sempre più interessanti e belle.”


Intervista a cura di Fausto Bailo, promotore culturale, e Premiata Libreria Marconi di Bra (Cn)


 

Condividi:

Post correlati

“Diario-Anne Frank”: parla l’illustratore Scarduelli

"Diario-Anne Frank": parla l'illustratore Scarduelli


"Diario-Anne Frank": parla l'illustratore Scarduelli

Diario - Anne Frank a cura di Matteo Corradini con illustrazioni di Giovanni “Gioz” Scarduelli (2023, Rizzoli Editore) “Non mandate i figli in gita ai campi di sterminio. Lì si va in pellegrinaggio. Sono posti da visitare con gli occhi bassi, meglio in inverno con vestiti...

Intervista a Franco Forte autore di”Karolus”

Intervista a Franco Forte autore di"Karolus"


Intervista a Franco Forte autore di"Karolus"

Karolus. Il romanzo di Carlo Magno di Franco Forte (2023, Mondadori) Chi è Franco Forte Franco Forte è scrittore, giornalista, editore, sceneggiatore, direttore editoriale delle collane da edicola Mondadori tra cui Urania, Giallo Mondadori, Segretissimo. Sempre per Mondadori è...

Fumetti: “Le combat du siècle” omaggio a Joe Frazier

Fumetti: "Le combat du siècle" omaggio a Joe Frazier


Fumetti: "Le combat du siècle" omaggio a Joe Frazier

Le combat du siècle sceneggiato da Loulou Dedola, illustrato da Luca Ferrara (2021, Edizioni Futuropolis - 2022, Tengu Ediciones) Il mercato delle graphic novel d'oltralpe non smette di stupire i suoi numerosi lettori con volumi che sono delle vere opere d'arte, come Le combat...

Lascia un commento