‘Un furto incredibile. Chi ha rubato i miei ovociti?’ di Giuseppe Valenti

‘Un furto incredibile. Chi ha rubato i miei ovociti?’ di Giuseppe Valenti


Un furto incredibile. Chi ha rubato i miei ovociti?
di Giuseppe Valenti
(2023, Spazio Cultura)


Chi è Giuseppe Valenti

Valenti, stimato ginecologo che lavora principalmente fra Sicilia e Toscana, è specializzato nella procreazione medicamente assistita. E ha dunque attinto anche all’esperienza personale per dar vita a una storia che, come poche in tempi recenti, esplora l’universo femminile.

Di cosa parla il libro

Torino, 2033. Rachele e Gabriele vogliono diventare genitori. Per farlo decidono di servirsi degli ovociti che lei, ormai quarantenne, ha fatto crioconservare anni prima. Ma una sorpresa raccapricciante li attende. Quei gameti sono già stati utilizzati da qualcuno che se n’è indebitamente appropriato.

 

Giuseppe Valenti

Nel tentativo di comprendere cosa sia accaduto, i due si rivolgono al vicequestore Zamira El Amri, amica di vecchia data di Gabriele e una delle prime poliziotte italiane col velo. Zamira e il suo fidato collaboratore Claudio Dini avvieranno un’indagine senza precedenti, i cui risvolti si riveleranno molto più ampi e complessi del previsto

Commento

Ha le stimmate del fenomeno editoriale Un furto incredibile. Chi ha rubato i miei ovociti”, romanzo d’esordio del palermitano Giuseppe Valenti. Difficile mollare la lettura: merito di un congegno narrativo perfetto e di un montaggio che rapisce il lettore, ma soprattutto di un personaggio inedito alle nostre latitudini: il vicequestore Zamira El Amri, poliziotta con il velo.

In questo romanzo, destinato a essere il primo di una serie, ambientato nella Torino di un futuro prossimo, il 2033, il vicequestore di origini arabe e il suo fidato braccio destro, Claudio Dini, si trovano a fare i conti con un caso clamoroso, il furto di ovociti subito da Rachele Simoni, quarantenne che li aveva fatti crioconservare.

Sarà la miccia di una vicenda ricca di colpi di scena e che affronta temi di grande attualità come l’integrazione, la maternità, lo ius soli (la cui approvazione e applicazione nell’Italia del 2033 è data per fatta…).


Commento a cura di Spazio Cultura


 

Condividi:

Post correlati

‘Lucrezia, la doppia vita di una Borgia’ di Antonio De Cristofaro

'Lucrezia, la doppia vita di una Borgia' di Antonio De Cristofaro


'Lucrezia, la doppia vita di una Borgia' di Antonio De Cristofaro

Lucrezia, la doppia vita di una Borgia di Antonio De Cristofaro (Aurea Nox, 2023 ) Chi è l’autore Vive a Corbetta in provincia di Milano, è sposato ed ha un figlio, ma nasce a Bellona, in provincia di Caserta, nel 1955. Studia e si laurea all’Istituto Orientale di Napoli in...

‘Cave Canem’ di Michele Castrucci

'Cave Canem' di Michele Castrucci


'Cave Canem' di Michele Castrucci

Cave Canem di Michele Castrucci (Di Leandro & Partners, 2024) Chi è Michele Castrucci Nasce a Roma dove vive con la propria famiglia. Dal 2002 si dedica con crescente passione e successo alla narrativa thriller e spy story. Nelle sue storie, l’autore ha uno stile immediato...

‘Rhet’, storia di fantascienza: ce ne parlano gli autori

'Rhet', storia di fantascienza: ce ne parlano gli autori


'Rhet', storia di fantascienza: ce ne parlano gli autori

Rhet di Giuseppe Di Clemente e Marco Capocasa (2023, Edizioni Dialoghi) Rhet è un’avventura di fantascienza ambientata sul pianeta che dà il titolo al romanzo ed è il prequel di Elbrus, il primo romanzo che abbiamo scritto insieme, pubblicato poco più di tre anni fa. Molti...

Lascia un commento