Oltre quaranta artisti espongono a ‘Panorami oltrelinea’

Oltre quaranta artisti espongono a ‘Panorami oltrelinea’


A Bra, in provincia di Cuneo, dal 13 giugno al 7 luglio 2024 presso il Movicentro si terra una interessantissima mostra dal titolo: Panorami Oltrelinea alla quale hanno aderito oltre 40 artisti.

 

Il nostro Blog, sempre sensibile a tutto ciò che fa cultura, ha deciso di seguire l’evento e di pubblicare interviste ad alcuni degli artisti che hanno preso parte all’iniziativa: Chiara Fissore, Mirko Andreoli, Giulia Bellunato, Isadora Mandes Panero.


Chiara Fissore, torinese di nascita, ma braidese di adozione, iniziata alla sensibilità artistica fin dalla tenera età dal padre (appassionato di modellismo) con il quale spesso trascorreva serate realizzando disegni a matita. Ha conseguito la qualifica professionale internazionale rilasciata da ICF Global e dal 2020 si occupa attivamente di Coaching, ricerca e sperimentazione in ambito artistico.

Chiara, ci dica qualcosa di lei?

“Che se rispondo a delle domande amo molto provare ad essere breve ed arrivare subito al sodo”.

Quando è nata in lei la passione per l’arte?

“Fin da piccolissima mi piaceva giocare con la terra ,la sabbia e il fango. contestualmente all’inizio della prima elementare i miei genitori mi mandarono al primissimo corso di argilla, per il quale ancora oggi ringrazio”.

Cosa rappresenta per lei la cultura?

La cultura cambia a seconda dell’epoca storica tranne alcuni fondamenti immortali che esistono dalla primordialità dell’uomo ed a cui ogni atto di ricerca dovrebbe tendere”.

Come è nata l’iniziativa Panorami Oltrelinea?

Panorami Oltrelinea è nato per caso dalla volontà del gruppo di artisti Antidoto di incontrarsi una volta tutti insieme nell’anno corrente. Nasce anche dal tentativo di trovare il contesto adatto in cui proporre agli artisti : “porta quell’opera che hai fatto che porteresti a Torino/Milano perché a Bra non sarebbe capitata“.

In passato ha realizzato altre iniziative culturali?

“Ho seguito diverse iniziative, grazie a Antidoto. I più curiosi possono trovare altre informazioni su: https://www.arteantidoto.com/

All’iniziativa che artisti partecipano?

“Parteciperanno pittori, disegnatori, scultori, falegnami, trivellatori di pozzi, performers, anonimi e sorprese”.

Sogni nel cassetto?

“Il cassetto è vuoto finché il sogno cammina”.


 

Opera di Mirko Andreoli

Mirko Andreoli, diplomato presso il Liceo Artistico di Cuneo, prosegue gli studi presso l’Accademia Albertina di belle Arti di Torino, nel triennio con la Scuola di Pittura e si specializza in Grafica d’Arte. Utilizza diverse tecniche artistiche tra cui il disegno a matita con foglia d’oro, l’acquerello e incisione (principalmente acquaforte).

 

Ha partecipato a numerose esposizioni in Italia e all’estero e attualmente collabora con la galleria Dr. Fake Cabinet di Torino. Vanta una collaborazione nel mondo del fumetto con le riviste: Frigidaire e Il Nuovo Male (dirette da Vincenzo Sparagna), Lanciostory e per la Menhir Edizioni.

Mirko, come nasce la sua passione per il disegno?

“Inizia da piccolo, ricordo le gite con mio padre, che è un acquarellista, mi portava in giro per le estemporanee, si dipingeva dal vero e si conoscevano artisti di diverse tipologie e di conseguenza iniziavo ad imparare ed apprezzare le tecniche artistiche.“

Quali sono stati i suoi maestri di riferimento in questa fase di crescita?

“Sicuramente Corrado Roi, già dalle scuole medie ero affascinato dalle sue tavole, amo il suo stile unico, per quanto mi riguarda è uno dei più abili artisti contemporanei, probabilmente l’incipit per la mia scelta di disegnatore. Altri autori sono Dino Battaglia, Alberto Breccia e Segio Saroni. In casa non sono mai mancati diversi libri di arte, tra cui un catalogo che conservo con particolare cura, si tratta di un volume di Caravaggio, la sua particolarità risiede nel fatto che le sue opere sono stampate tutte in b\n, lo sempre trovato fantastico.”

Perchè la mostra Panorami Oltrelinea ideata da Chiara Fissore?

“L’idea è nata dentro un gruppo di artisti uniti dalla stessa passione per le arti, la cosa molto importante risiede nel fatto che Chiara ci ha lasciato la massima libertà, questa è veramente una cosa essenziale, esporre in estrema libertà per me significa molto senza alcun tipo di censura, dando così libertà al proprio bagaglio culturale.”

Le opere che esporrà che tema trattano?

“Durante il biennio all’Accademia, il prof. Daniele Gay, abile acquarellista, maestro e amico, guardando i miei disegni li definì così: Realismo Arcano, uno stile ermetico arricchito dalla mia passione per le antiche culture.”

Quanto tempo impiega mediamente per realizzare i suoi lavori?

“Dipende molto dalla complessità dell’opera, ogni soggetto è differente anche nei tempi. Mi piacciono molto i dettagli come le decorazioni dei vestiti, questa precisione nei particolari aumenta il tempo di lavorazione. Se devo dare un tempo di un disegno in formato A3 posso impiegare da 7 a 14 giorni.”

Quali sono i soggetti che preferisce realizzare?

Prediligo disegnare soggetti femminili per la loro eleganza e per un’estetica più affine al soggetto rappresentato. Apprezzo l’atmosfera Neo-Gotica di fine ‘800 che si presta molto al bianco e nero, anche l’eleganza del periodo Liberty e le sue arti applicate, periodi in cui la curiosità verso antiche civiltà, le mitologie e l’esoterismo era molto accesa.”

Quando ha fatto la sua prima mostra?

Facevo ancora il liceo artistico, era il 2001, presso la Chiesa di Sant’Iffredo a Cherasco, la ricordo con molto piacere.”

Come illustratore, alcuni dei suoi lavori sono finiti nell’editoria…

opera di Mirko Andreoli

“Alcune storie a fumetti sono state pubblicate su Lanciostory, Menhir Edizioni, il Nuovo Male, Frigidaire, Novel Comix, mentre gli acquerelli e i disegni si possono trovare in cataloghi delle esposizioni, riviste e libri d’arte. Ultimamente ho realizzato la copertina del libro Larvae di Diego Riccobene e le illustrazioni per un libro di poesia di prossima pubblicazione.”

 

Cosa e chi ha arricchito il suo bagaglio culturale?

Un bagaglio contiene tante cose, nel mio caso, da letture riguardanti l’archeologia, la mitologia, chiedendomi come questi antichi popoli vivessero la loro spiritualità, i loro culti. Allo stesso tempo sono molto curioso delle nuove scoperte.”

Progetti per il futuro?

“Si, c’è un progetto, ma per scaramanzia preferisco non dire nulla.”

Se lei, dovesse riassumere le tue opere in 3 colori, quali userebbe?

“Bianco, nero, ma soprattutto il grigio in quanto esso rappresenta un collante tra gli altri due.”


Interviste a cura di Fausto Bailo, promotore culturale, e della Premiata Libreria Marconi di Bra (CN)


 

Condividi:

Post correlati

‘Panorami oltrelinea’ quando l’arte libera dalle sovrastrutture

'Panorami oltrelinea' quando l'arte libera dalle sovrastrutture


'Panorami oltrelinea' quando l'arte libera dalle sovrastrutture

A Bra, in provincia di Cuneo, dal 13 giugno al 7 luglio 2024 presso il Movicentro si terra una interessante mostra dal titolo: Panorami Oltrelinea alla quale hanno aderito oltre 40 artisti.   Il nostro Blog, sempre sensibile a tutto ciò che fa cultura, ha deciso di seguire...

Premio ‘Amalago’ romanzo storico: C.M.Russo vince la 3^edizione

Premio 'Amalago' romanzo storico: C.M.Russo vince la 3^edizione


Premio 'Amalago' romanzo storico: C.M.Russo vince la 3^edizione

Chi ha vinto Si è conclusa domenica 12 maggio, al Grand Hotel Bristol di Stresa, sul Lago Maggiore, la terza edizione del premio letterario Amalago dedicato al romanzo storico. Un Premio che, in sole tre edizioni, si è imposto fra i più innotivi e rappresentativi a livello...

‘La nostra storia’ Tutto il mondo di Happy days

'La nostra storia' Tutto il mondo di Happy days


'La nostra storia' Tutto il mondo di Happy days

La nostra storia Tutto il mondo di Happy days di Giuseppe Ganelli e Emilio Targia Prefazione di Henry Winkler Postfazione di Max Pezzali (Minerva, 2023) Chi sono gli autori Giuseppe Ganelli, medico radiologo di Codogno, fin da bambino grande appassionato del telefilm Happy...

Lascia un commento