‘Pietre sante – Le figlie dell’Etna’ esordio di Marcello Proietto

‘Pietre sante – Le figlie dell’Etna’ esordio di Marcello Proietto


Pietre sante – Le figlie dell’Etna
di Marcello Proietto
(2023, Algra Editore)


Chi è l’autore

Marcello Proietto è nato ad Acireale (CT) nel 1976. Archivista e bibliotecario presso l’Istituto Europeo di Design di Milano; docente in archivistica all’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como; segretario della sezione lombarda dell’Associazione Italiana biblioteche e socio corrispondente dell’Accademia degli Zelanti e dei Dafnici di Acireale. Ha pubblicato saggi di storia medievale e di storia acese, di archivistica e biblioteconomia. Questo è il suo primo romanzo.

Marcello Proietto

Di cosa parla il libro

Siamo negli anni Trenta del XX secolo a Bongiardo, un piccolo borgo arroccato alle pendici dell’Etna, don Cirino,’u scarparu, impone alle sue tre figlie, Maritta, Enna e Carmelina, fin dalla loro nascita, di non sposarsi. Ma la tranquilla vita delle tre bizzocche, votata all’assoluta devozione per i genitori e alla venerazione dei precetti religiosi, sarà travolta da un vortice di malaugurati eventi che segneranno per sempre le sorti della famiglia Pietrasanta.

Cosa ne penso

Difficile incasellare questo libro in un unico genere, perché sapiente intreccio tra romanzo storico e giallo.
All’ambientazione storica degli anni ’30 con evidenti rimandi alla situazione politica di quel periodo si aggiunge l’atmosfera tipica del giallo attraverso tutta una serie di accadimenti che si susseguono.

Da un paio di anni si annidava in me il desiderio di scrivere un romanzo ispirato ai racconti di mia nonna materna e di mia madre, nativa di Bongiardo, il borgo siciliano dove è ambientata la storia . Nel 2021, in occasione della pandemia, ho deciso di iniziarne la stesura per tenermi impegnato nei tanti momenti liberi e, due anni più tardi, di pubblicarlo in memoria di mia madre scomparsa a febbraio, l’unica persona a conoscere le fasi di avanzamento del testo.

 

Pagina dopo pagina ho miscelato le storie che nonna Maria mi raccontava quando, con gli occhi di bambino, ammiravo le centinaia di antiche foto e ritratti in bianco e nero di personaggi abbigliati secondo la moda dell’epoca e bizzarre persone, avi della mia famiglia, contenute in numerosi album fotografici. Durante la scrittura le immagini dei personaggi scorrevano nel vortice dei ricordi” – ha dichiarato l’autore.

Marcello Proietto, ispirato dai propri ricordi e forte della sua formidabile formazione storica, ha saputo confezionare una bella storia, gradevole e interessante. Chi legge si sente proiettato in una Sicilia antica dove cultura, usanze e religiosità si fondono in personaggi dal sapore felliniano.


Recensione a cura di Francesca Ghezzani, giornalista e addetta stampa


 

Condividi:

Post correlati

‘O si vince o si muore’ di Giorgia Turnone

'O si vince o si muore' di Giorgia Turnone


'O si vince o si muore' di Giorgia Turnone

O si vince o si muore. Lineamenti interpretativi del Trono di Spade di Giorgia Turnone (Bookabook, 2023) Chi è Giorgia Turnone Giorgia Turnone è nata a Taranto nel 1993. Nel 2019 ha conseguito la laurea magistrale in Scienze dell’informazione editoriale, pubblica e sociale...

‘Shinku’ di Francesco Filippi

'Shinku' di Francesco Filippi


'Shinku' di Francesco Filippi

Shinku – Il colore della rabbia, del sangue e del riscatto di Francesco Filippi (Piemme, 2023) Chi è Francesco Filippi Laureato in Scienze dell’educazione, sceneggiatore, regista, animatore e docente, Francesco Filippi ha studiato cinema alla School of Visual Arts di New...

Intervista a Iuri Lombardi, autore di ‘La Via Lattea’

Intervista a Iuri Lombardi, autore di 'La Via Lattea'


Intervista a Iuri Lombardi, autore di 'La Via Lattea'

La Via Lattea di Iuri Lombardi (LuoghInteriori, 2023) Chi è Iuri Lombardi Poeta, scrittore, saggista e drammaturgo. Ha pubblicato per la narrativa i romanzi: Briganti e Saltimbanchi, Contando i nostri passi, La sensualità dell’erba, Il cristo disubbidiente, Mezzogiorno di...

Lascia un commento