I bastardi di Pizzofalcone diventa un fumetto

I bastardi di Pizzofalcone diventa un fumetto

Nel 2013 il noto scrittore napoletano Maurizio De Giovanni dà alle stampeil il romanzo I bastardi di Pizzofalcone, il primo di una lunga serie dedicata all’ispettore Lojacono. La R.A.I., ispirandosi proprio a questi libri, realizza una serie di grande successo alla quale prendono parte grandi attori del cinema italiano. Alessandro Gassman dà da corpo al protagonista Giuseppe Lojacono e Carolina Crescentini interpreta Laura Piras. 

 

La nota casa editrice Sergio Bonelli Editore continua la collaborazione con lo scrittore De Giovanni  e, dopo il grande successo dei romanzi a fumetti dedicati al commissario Ricciardi, ad Aprile uscirà con il primo volume di I Bastardi di Pizzofalcone proponendo l’adattamento del primo romanzo della serie poliziesca.

 

Al progetto hanno preso parte gli sceneggiatori Claudio Falco e Paolo Terracciano mentre le illustrazioni sono realizzate da Fabiana Fiengo e la copertina da Daniele Bigliardo.

 

IN ESCUSIVA, grazie a Fausto Bailo e alla Premiata Libreria Marconi di Bra (CN), abbiamo realizzato un’intervista con l’illustratrice Fabiana Fiengo.

Fabiana Fiengo

Quali sono stati i suoi illustratori di riferimento?

“Relativamente ai Bastardi, Guarnido, per l’elemento zoomorfo, e Giuseppe Ricciardi, per la ricchezza dei dettagli. In generale, altri modelli sono anche Loisel, Barbucci, Marini e Laura Braga“.

Quando è entrata a far parte del progetto editoriale che ha consentito la realizzazione della serie I bastardi di Pizzofalcone?

“Verso Ottobre del 2017 mi è stato comunicato di essere stata scelta come disegnatrice”.

Lo scrittore Maurizio De Giovanni ha collaborato alla realizzazione del fumetto?

Non direttamente. Gli sceneggiatori si sono attenuti strettamente al romanzo, ma lo scrittore comunque è stato in contatto costante con la Bonelli per seguire le fasi di lavorazione”.

 

Come è nata l’idea di creare i personaggi in versione animale?

“È nata per gioco: un mio omaggio ironico, giocando sull’ambiguita’ del termine bastardi”.

Quale tecnica grafica ha utilizzato per la creazione dei personaggi.

“Disegno direttamente al computer con una cintiq“.

Tra i vari animali che compaiono nel fumetto, quale le è piaciuto di più realizzare?

“Tutti, senza distinzione. Anche se mi sono divertita di più a disegnare i personaggi di contorno”.

Se potesse scegliere, di quale libro le piacerebbe realizzare un fumetto?

“Sicuramente, qualche testo di Shakespeare, ma non Giulietta e Romeo! La trilogia degli storici di Fred Vargas o qualcosa ambientato nell’universo potteriano“.

Descriva questo fumetto con tre soggetti…

“Accurato, piacevole, accattivante”.

Progetti per il futuro?

“Sto lavorando a un graphic novel sulla figura del Principe di Sansevero e, inoltre, sto collaborando con un mio amico sceneggiatore a un progetto per un cartone animato”.

Post correlati

La vita (tragica) di Charlotte Salomon diventa un fumetto

La vita (tragica) di Charlotte Salomon diventa un fumetto


La vita (tragica) di Charlotte Salomon diventa un fumetto

(in copertina Charlotte Salomon che dipinge in giardino a Villefranche-sur-Mer, 1939 circa (dettaglio) - Collection Jewish Historical Museum, Amsterdam © Charlotte Salomon Foundation Charlotte Salomon®) "E pensò che forse un partigiano sarebbe stato come lui ritto sull’ultima collina, guardando...

Lucy, l’ominide più noto, in una graphic novel

Lucy, l'ominide più noto, in una graphic novel


Lucy, l'ominide più noto, in una graphic novel

Quest'anno abbiamo deciso di dedicare una serie di interviste al mondo femminile partendo da una serie di libri illustrati per bambini delle serie edita EL nella fortunata collana I Grandissimi. Iniziamo con Lucy. La prima Donna scritto da Daniele Aristarco e illustrato da Angelo...

Churchill, il vizio della democrazia

Churchill, il vizio della democrazia


Churchill, il vizio della democrazia

"Non vi lamentate se il personale politico è mediocre e impresentabile, perchè la responsabilità più grande e più grave è quella degli onesti e dei capaci che se ne lavano le mani e non si impegnano per cambiare le cose." (Piersanti Mattarella) Carlo G. Gabardini è uno scrittore...

Lascia un commento